Top 10 🥇 Le migliori Bici Pieghevoli del 2020

Opzioni Considerate: 40
Paese: IT Flag Italia
Ultimo aggiornamento: novembre 2020
Criteri per la classificazione: Rapporto qualità-prezzo, Recensioni clienti, Popolarità, Affidabilità del brand

Vi sarà sicuramente capitato di incontrare in giro molte biciclette pieghevoli negli ultimi anni. Se ne vedono dappertutto, sui bus, sul treno, nel bagagliaio delle macchine magari parcheggiate lontano dal centro cittadino. Ecco, arrivare dove il traffico è più intenso e dove gli spazi per posteggiare sono sempre meno è un compito arduo ed è per questo motivo che sempre più spesso chi ha necessità di spostarsi in quelle zone sceglie questo tipo di alternativa. Il mercato delle bici pieghevoli è letteralmente esploso negli ultimi 20 anni facendo moltiplicare il numero delle possibili scelte e delle opzioni a disposizione per chi vuole optare per un mezzo di locomozione come questo. Ecco perché occorre sapersi orientare all’interno della selva fatta di offerte, materiali, dimensioni e prezzi.

Conclusioni

Pro

Contro

Reviewfinder è un sito supportato dalle visite. Quando acquisti attraverso i nostri link otteniamo una commissione di affiliazione senza alcun costo per te.
Tabella: Le migliori bici pieghevoli
Classifica bici pieghevoli Prezzo
1 F.lli Schiano
Descrizione: Telaio in alluminio pieghevole | Gruppo cambio interamente shimano: cambio shima... Mostra altro
Mostra prodotto
2 Nilox
Descrizione: Bici pieghevole piccola e compatta, perfetta per essere caricata sui mezzi o in ... Mostra altro
Mostra prodotto
3 B4C
Descrizione: Nero Opaco | Ruote: Alluminio 28 Raggi | Peso: 13.1 kg | Cannotto: alluminio 500... Mostra altro
Mostra prodotto
4 ECOSMO
Descrizione: Bicicletta pieghevole, 26 pollici. | Con doppia sospensione. | Cambio Shimano co... Mostra altro
Mostra prodotto
5 ECOSMO
Descrizione: Struttura in acciaio Hi-Ten. | Cambio a 7 velocità. | Ruota da 20 pollici (50 cm... Mostra altro
Mostra prodotto
6 Cicli Cinzia
Descrizione: Telaio hi tension folding acciaio altezza telaio 31 cm |  Manubrio in alluminio ... Mostra altro
Mostra prodotto
7 Cicli Cinzia
Descrizione: Bicicletta pieghevole con telaio in acciaio | Peso di soli 13, 8 kg | Arriva tut... Mostra altro
Mostra prodotto
8 Cicli Cinzia
Descrizione: Telaio hi tension folding acciaio altezza telaio 31 cm |  Manubrio in alluminio ... Mostra altro
Mostra prodotto
9 ECOSMO
Descrizione: Grazie al telaio leggero in lega di alluminio, la bici pesa soltanto 12 kg. | Do... Mostra altro
Mostra prodotto
10 FabricBike
Descrizione: Bicicletta leggera e pieghevole in alluminio, perfetta per il pendolarismo e sem... Mostra altro
Mostra prodotto

Cos’è una bicicletta pieghevole?

Si tratta di una domanda banale ma che spesso non ha una risposta chiara e immediata nella gran parte delle persone. Una bici pieghevole e una bicicletta dotata di una tecnologia particolare per le permette di essere piegata, e di compattarsi per facilitarne il trasporto e per poterla riporre in spazi ristretti. Questa compattezza la rende ideale per essere trasportata da un mezzo di locomozione all’altro, scenario molto comune nelle grandi metropoli, o all’interno dei palazzi, sino al proprio ufficio. Il meccanismo di chiusura varia da modello a modello, così come il peso e i materiali usati la loro costruzione. Ogni bici avrà quindi una combinazione di elementi che ne connoteranno il peso, l’usabilità, la durevolezza, la velocità e ovviamente il prezzo. Una bici pieghevole è solitamente più costosa di una bici classica, sia perché la sua produzione, nonostante la diffusione sia letteralmente esplosa durante l’ultimo decennio, non ha ancora raggiunto i livelli di quelli delle bici normali, sia perché alcune delle parti costruttive sono ideate appositamente per questa tipologia di mezzo, con un aggravio importante in termini monetari.

Perché dovrei comprarmi una bici pieghevole?

Considerazioni sullo spazio:  la tendenza, soprattutto all’interno dei grandi centri cittadini, è quella che prevede spazi abitativi sempre più piccoli, con la necessità di sfruttare al meglio ogni singolo metro quadro della casa. Una bici pieghevole s’inserisce alla perfezione all’interno di questo tipo di contesto e può essere sistemata in qualsiasi angolo disponibile.

Muoversi in città: le bici pieghevoli possono essere trasportate sul treno o sulla metro e possono essere riposte sotto il sedile o sul vano bagagli. Si tratta di un’alternativa decisamente più comoda da riporre rispetto a una bici classica.

Facilità nel trasporto: Una bici pieghevole è semplice da piegare e da trasportare su un qualsiasi mezzo di trasporto, permette di risparmiare sugli abbonamenti del trasporto pubblico, di evitare code, e di eliminare il fattore ansia legato a possibili furti perché sarà possibile portarsela con se ovunque.  Per non parlare delle passeggiate fuori porta o i viaggi. Si tratta di un compagno di viaggio perfetto.

Quali domande dovrei pormi prima di effettuare la scelta?

Ho davvero bisogno di una bici pieghevole?
Molte persone partono dal presupposto che si tratti di un oggetto relativamente economico e che quindi possa essere comprato a cuor leggero. Nulla di più sbagliato! Una bici pieghevole, anche se il trend va sempre più verso una contrazione dei prezzi, è accomunabile in tutto e per tutto a una normali bici da città, e per questo motivo i prezzi variano molto e possono toccare cifre importanti. Per questo è importante chiedersi se sia una spesa necessaria.  


A che cosa potrebbe servirmi?

Hai in mente di usarla per divertimento durante il tuo tempo libero? O punti ad usarla giornalmente per muoverti più facilmente e liberamente in mezzo al traffico cittadino? Rispondere a questi semplici quesiti ti aiuterà a scegliere il modello giusto per le tue esigenze.


Qual è la grandezza di bici giusta per il mio fisico?

Esistono bici di ogni dimensione ma bisogna tenere presenti anche altri aspetti. Alcuni modelli non sono personalizzabili in altezza e l’ergonomia in certi casi potrebbe non essere ideale per il proprio tipo di fisico o esigenza motoria.

Quali sono le caratteristiche più importanti che dovrei valutare prima dell’acquisto?

Ecco le principali caratteristiche da prendere in esame prima di comprare una bicicletta pieghevole.


Meccanismo di chiusura

Sul mercato esistono almeno tre tipi differenti di tecnologia che gestiscono la chiusura e il ripiegamento della bicicletta. Il più diffuso è quello orizzontale, ma bisogna tener presente che si tratta di un sistema che stressa molto il telaio, soprattutto se se ne fa un utilizzo frequente o se lo stesso deve trasportare pesi considerevoli. Quello verticale con cerniera triangolare è sempre più utilizzato ed elimina il problema che abbiamo visto prima sul telaio. Meno diffusa è la tecnologia di chiusura girevole. Esistono anche altre opzioni marginali, come ad esempio quella che prevede la divisione vera e propria della bici un due parti per poter essere inserite in una valigia.


Peso

Si tratta di un fattore rilevante perché determina lo sforzo nella pedalata e quello legato al trasporto della bicicletta. La prima scrematura deve essere effettuata in base all’uso che se ne vuole fare. Per i più atletici e per chi non ha problemi di schiena, non sarà un problema scegliere una compagna di viaggio più pesante, ma tenere presente che si parte da un peso minimo che è superiore alle bici classiche, soprattutto quelle di fascia alta, in considerazione anche della tecnologia necessaria per essere piegate. Ci sono bici pieghevoli che pesano meno di 10 kg, ma i costi non saranno particolarmente economici.


Facilità di trasporto

Requisito legato direttamente a quello che abbiamo visto in precedenza.  Una bici leggera e compatta sarà ovviamente più semplice da trasportare. Alcune hanno in dotazione delle ruote extra per facilitarne il trasporto, soprattutto se si transita in zone molte strette o all’interno di edifici. E questo aspetto va tenuto in forte considerazione se viaggiate spesso e vi piace farlo con la vostra amica a due ruote al seguito. Alcune sono decisamente più comode da trasportare in aereo.


Dimensione delle ruote

Proprio come per le bici classiche, anche le pieghevoli possono essere dotate di ruote di dimensioni variabili. Per chi opta per la compattezza ci sono quelle a 16”. Queste ruote sono generalmente più robuste, ma renderanno più difficile la pedalata, facendovi sentire qualsiasi imperfezione del manto stradale. Esistono modelli che montano ruote a 20” che hanno una guidabilità migliore su strada. Per quanto riguarda la velocità che si riesce a imprimere con la pedalata, si può dire che con una ruota piccola si avrà la capacità di partire con più sprint, ma alla lunga la guida potrebbe rivelarsi scomoda. Le bici con ruote più grandi hanno un passo migliore e sono la scelta giusta per distanze medio-lunghe.


Sospensioni

La maggior parte delle bici pieghevoli sono costruite in alluminio e questo comporta una tendenza a non assorbire gli shock come una bici in metallo. Per questo valutare opzioni dotate di sospensioni potrebbe rivelarsi la scelta vincente, soprattutto se pensate di usare la bici anche oltre i vostri pochi km giornalieri per recarvi al lavoro. Ci sono anche telai in fibra di carbonio e in titanio, decisamente più leggeri e dotati di sospensioni in grado di assorbire al meglio le imperfezioni della strada.


Aggiornamenti futuri

Non sempre le bici pieghevoli utilizzano parti compatibili con gli altri tipi di bicicletta. Anzi, quasi sempre le ruote sono prodotte esclusivamente per le pieghevoli. Questo tipo di approccio comporta un aumento dei costi quando si ha la necessità di trovare di ricambi perché ci si dovrà rivolgere a venditori specializzati. Proprio come il servizio di assistenza per le auto, bisognerà pensare a una soluzione ottimale ed economicamente valida nel caso in cui la bici abbia bisogno di essere aggiustata o revisionata.  


Disponibilità dei ricambi e garanzia

Il mercato è saturo di proposte più o meno valide, e orientarsi può quindi essere davvero difficile. Non fatevi attirare dai prezzi troppo bassi e da bici con marche mai sentite prima , perché nel caso in cui aveste bisogno di pezzi di ricambio o di un qualsiasi tipo di assistenza, il rivenditore se ne laverà le mani senza mettersi problemi, nonostante la bici sia coperta da garanzia. Ricordatevi che ordinare da un produttore estero potrà anche essere conveniente, ma vi espone a rischi e limitazioni sulla garanzia perché verrà applicata la normativa dello stato in cui il veicolo viene assemblato. Una buona pratica è quella di contattare sia il rivenditore che il produttore, anche soltanto per fare delle domande banali, in modo da testare la velocità e l’accuratezza nelle risposte. Spesso i problemi sono proprio nell’ultimo anello della catena distributiva.

Quali sono i prezzi di una bicicletta pieghevole in Italia?

Una bici pieghevole può costare quanto una bici tradizionale e il prezzo quindi varierà in base al materiale, al peso e alle caratteristiche che la stessa possiede. Esistono opzioni molto economiche ma che risultano essere troppo pesanti per essere trasportate con facilità (oltre i 16 kg), e per  contro esistono esemplari super tecnologici costruiti con materiali all’avanguardia, leggerissimo da portarsi dietro, ma che possono tranquillamente sforare i 3000 euro. Una scelta intelligente che tenga conto dell’uso di questo tipo di locomozione e che non perda di vista il lato economico, dovrebbe orientarsi verso un range di prezzo che graviti attorno ai 500 euro.

Questo sito presenta informazioni acquisite anche attraverso terze parti. Non vengono espressi giudizi a favore o contro i prodotti che sono presentati. I dati contenuti nel sito sono di carattere puramente informativo. Non è possibile garantire la correttezza e la completezza dei dati, quindi non ci si assume la responsabilità per qualsiasi inconveniente che possa scaturire dall'utilizzo di questi dati. I Marchi e i diritti di Copyright appartengono ai propri rispettivi proprietari. Essendo un sito affiliato ad Amazon, guadagna attraverso la pubblicità dei suoi prodotti senza alcun costo aggiuntivo per l'utente.


© 2020