Top 10 I migliori Rum del 2021

Opzioni Considerate: 40
Paese: IT Flag Italia
Ultimo aggiornamento: maggio 2021
Criteri per la classificazione: Rapporto qualità-prezzo, Recensioni clienti, Popolarità, Affidabilità del brand

Per molte persone bere del Rum è come fare un viaggio pieno di sensazioni e di emozioni. E non è un aspetto che è riscontrabile con ogni tipo di drink. Allo stesso tempo il Rum ha una versatilità che ne fa uno degli ingredienti cardine per una miriade di cocktail da bere in qualsiasi situazione. Ovviamente escludiamo il vino, che ok, potrà forse essere più diffuso e più bevuto, ma non ha quella capacità di adattarsi a così tanti compagni di bicchiere. Un alcolico con uno spessore nel gusto e con una grande storia alle spalle.

Conclusioni

Pro

Contro

In merito a ReviewFinder
Cerchiamo i tuoi prodotti per te - la ricerca di prodotti e la lettura di recensioni sono il fulcro costante del nostro lavoro. Non disponiamo di nessun "algoritmo speciale" - il nostro team decide manualmente quali prodotti sono i migliori sul mercato, attraverso le recensioni di ognuno di questi. Guadagniamo solo se acquisti un prodotto attraverso i nostri link, e siamo determinati a ad assisterti per farti ottenere sempre il miglior acquisto possibile.
Reviewfinder è un sito supportato dalle visite. Quando acquisti attraverso i nostri link otteniamo una commissione di affiliazione senza alcun costo per te. Titoli, immagini, prezzi e bullet point dei prodotti provengono da amazon.
Tabella: I migliori rum
Classifica rum
1 Zacapa
Descrizione: È un rum premium nato dalla combinazione di vari rum, invecchiati fra i 6 e i 23... Mostra altro
Mostra prodotto su amazon
2 Diplomático
Descrizione: Colore: oro rosso | Naso: fruttato, dolce, note di cacao e cannella | Sapore: se... Mostra altro
Mostra prodotto su amazon
3 Don Papa
Descrizione: Prodotto di marca Don Papa. | De alta calidad | Prodotto RON. | Contenuto alcoli... Mostra altro
Mostra prodotto su amazon
4 The Kraken
Descrizione: The Kraken è un blend di rum speziato ottenuto dalla fermentazione della canna d... Mostra altro
Mostra prodotto su amazon
5 Zacapa
Descrizione: Il rum zacapa “x.o.” è ottenuto da una combinazione dei più pregiati rum invecch... Mostra altro
Mostra prodotto su amazon
6 Matusalem
Descrizione: LEGGENDARIO E INDIPENDENTE: Il rum Matusalem è stato creato nel 1872 ed è ancora... Mostra altro
Mostra prodotto su amazon
7 Diplomatico
Descrizione: Zona di produzione: Venezuela - Uve: | Affinamento: 12 anni - Colore: | Al naso:... Mostra altro
Mostra prodotto su amazon
8 Destilerias Arehucas
Descrizione: Bottiglia da 70 cl | Rum aromatizzato al miele che con un basso grado alcolico s... Mostra altro
Mostra prodotto su amazon
9 Pampero
Descrizione: Un ottimo blend dei migliori rum della riserva Pampero | Blend potente dalle not... Mostra altro
Mostra prodotto su amazon
10 Edorado A Ast
Descrizione: Faremo il possibile per consegnarti questo prodotto ad almeno 45 giorni dalla sc... Mostra altro
Mostra prodotto su amazon

In breve: i 3 prodotti più popolari.

Che cos’è il Rum?

Sappiamo che è delizioso, ma non tutti sanno cosa sia di preciso il Rum. Si tratta dell’alcol fermentato e distillato ottenuto dalla canna da zucchero o dalla melassa. Il colore scuro e ambrato viene ottenuto tramite l’invecchiamento in fusti di legno di quercia. Nonostante venga prodotto in praticamente tutto il mondo, quello veramente buono arriva dai paesi caraibici e dall’America Latina. Il primo distillato veramente documentato arriva proprio dai caraibi e risale al 17° secolo. Ma la ideazione di questa bevanda alcolica sembra risalire addirittura al 1620 e in brasile, anche se probabilmente non si trattava dello stesso prodotto che poi andrà ad affermarsi nel corso dei secoli successivi. Le prime distillerie sul suolo del Nord America vengono aperte nel 1664, e la crescente richiesta ha fatto nascere l’esigenza di aumentare la forza lavoro (quasi sempre schiavi) e le materie prime. Al Rum s’intrecciano quindi vicende politiche e sociali, ma anche tutto l’immaginario che poi ha ispirato tutta una serie di riferimenti cinematografici presenti in pellicole di grande successo ai botteghini.

Come viene fatto il Rum?

Al contrario di alcuni altri alcolici, la produzione di Rum non richiede che vengano rispettati requisiti specifici. La produzione avviene in base alle tradizioni locali ed è per questo che i prodotti migliori arrivano dalle aree dove tradizionalmente il Rum è nato. La globalizzazione in questo caso ha evitato di fare danni irreversibili, per fortuna. La gran parte delle varietà di Rum viene prodotta con la melassa, mentre solo nei caraibi francesi, in Martinica, per la precisione, viene ancora usata la canna da zucchero. In questo casi il prodotto ha una denominazione di origine controllata e deve rispettare requisiti piuttosto ferrei e precisi.

Il processo di fermentazione è abbastanza semplice e deriva in sostanza da una combinazione di lieviti e acqua. La varietà di lieviti è piuttosto grande e da essi dipende anche il tipo di prodotto finale che si vuole ottenere. Il Rum più scuro ad esempio, prevede l’uso di lieviti ad azione lenta che favorisce la creazione di un alcolico con più corpo e una struttura più complessa.

Anche per la distillazione non esistono regole specifiche, e la differenza principale è data dal sistema che viene usato per il procedimento: a colonna o a doppia distillazione. Nel secondo caso si otterranno dei Rum più forti e scuri.

La fase finale è quella dell’invecchiamento ed è forse l’ambito in cui le regole sono più fumose, proprio per preservare il più possibile le caratteristiche distintive di ogni ricetta. In molto paesi viene richiesto almeno un anno di invecchiamento, ma bisogno tenere in considerazione il clima in cui il fusto viene alloggiato. Nei paesi caraibici con una temperatura media piuttosto elevata, le tempistiche quindi tendono ad accorciarsi.

Quali sono i tipi di Rum?

Esistono sette tipi di Rum che è possibile trovare nei negozi di tutto il mondo. Ognuno di essi è caratterizzato da un sapore unico ed è indicato per utilizzi specifici.


Rum leggero

Spesso viene etichettato come “bianco” o “argento” e ha un sapore dolce non molto strutturato. Il suo utilizzo è quasi esclusivamente d’accompagnamento ad altri ingredienti per i cocktail.


Rum scuro

Si tratta di un Rum creato dalla melassa caramellata portata a maturazione in botti affumicate per un lungo periodo di tempo. Il sapore è intenso e ha dei sentori di affumicato e quasi speziati. Questa tipologia di Rum viene usata per preparazioni alcoliche e per la cucina, sia dolce che salata.


Rum dorato

Spesso viene chiamato “ambrato” e si tratta della versione light di quello scuro, con un corpo che è una via di mezzo tra quelli visti in precedenza. Si tratta della tipologia forse più usata per la preparazione di cocktail.


Rum speziato

In questa categoria vi rientrano i Rum dorati a cui vengono aggiunte spezie specifiche. Ce ne sono con tantissime combinazioni di sapori e piacciono perché offrono ottime possibilità di personalizzazione.


Rum premium

Si tratta in pratica dello scotch del rum, ed è in pratica una miscela fatta maturare con cura per soddisfare i palati più esigenti e da bere quindi in purezza, accompagnato al massimo da dei cubetti di ghiaccio. Per molti è la tipologia di Rum per eccellenza.


Rum ultra alcolici

Un tipo di Rum che è una invenzione recente del mercato ideata per amplificare l’effetto alcolico di alcune preparazioni molto diffuse soprattutto tra i giovani. Alcune bottiglie possono arrivare a percentuali che superano il 75% di etanolo.


Rum aromatizzato

Proprio come avviene con la vodka, anche per il Rum l’industria ha provveduto a creare delle infusioni ideali da essere consumate in qualsiasi parte della giornata, ma soprattutto prima o dopo i pasti. Lontane anni luce da quello che è il Rum nella sua natura, ma che piacciono per la loro bevibilità e versatilità.  


Rum Invecchiato

Per chi ha il tempo e la voglia di sperimentare, avere una collezione di bottiglie giù invecchiate o da fare invecchiare offre la possibilità di cogliere le sfumature nei sapori e nella struttura del Rum, che manco a dirlo, va assaporato in purezza, al massimo accompagnato da un cubetto di ghiaccio, proprio come lo scotch, il bourbon o il cognac. 

Come scegliere una bottiglia di Rum?

Idealmente bisognerebbe assaporare il Rum prima del suo acquisto, ma questo non sempre è possibile, soprattutto se si sceglie di ordinare da negozi specializzati presenti in rete. Ci si può organizzare accontentandosi di leggere le recensioni dei clienti, ma il gusto è qualcosa di estremamente soggettivo e un prodotto che piace a una persone potrebbe non piacere a voi.

Con cosa è possibile accompagnare il rum?

Rum e cioccolato sono il binomio perfetto. Ma accostarlo in maniera equilibrata affinché entrambi i sapori vengano esaltati non è propriamente semplice. Soprattutto se si tratta di un prodotto di qualità elevata non bisogna andare alla cieca per non rovinare l’equilibrio tra i due sapori. Ottimo èil cioccolato con alta percentuale di cacao arricchito a sua volta di mandorle e nocciole, caratterizzato da un gusto raffinato e morbido che ben si combina con un rum speziato e fruttato. Ma il tipo di cioccolato che più si sposa con questo distillato e quello fondente. Preferibili sono le produzioni di origine caraibica per una questione di affinità elettiva data dal fattore territoriale e climatico.

Quali sono i cocktail a base di rum più conosciuti?

A differenza degli altri distillati, il rum si può degustare anche da solo, soprattutto se è invecchiato e offre delle stratificazioni di sapori tutte da scoprire. Ma è nei cocktail che il rum sa diventare davvero esaltarsi. Ecco una piccola selezione delle preparazioni alcoliche più conosciute.


Mojito

Uno dei cocktail a base di rum più amati. Per preparalo basta pestare due cucchiaini di zucchero di canna con della menta in un bicchiere basso. Viene poi aggiunto del ghiaccio tritato e del rum bianco col succo di lime.


Daiquiri

Un preparato a base sempre di rum bianco con succo di limone o lime e sciroppo di canna, che Hemingway beveva a Cuba nello storico locale a L’Avana in cui è stato inventato: Floridita.


Cuba Libre

In questo cocktail il rum bianco viene unito al succo di limone e alla coca cola. Facile, dolce e fresco.


Piña Colada

Si narra che questo cocktail sia una invenzione di un pirata che offriva un mix di rum e ananas ai suoi marinai per tenerne su il morale. Oggi viene considerata la bevanda nazionale di Porto Rico, ma viene consumata in tutti i locali del mondo. Si usa sempre il rum bianco al quale viene aggiunto il succo d’ananas e il latte di cocco.

Quanto costa una bottiglia di rum in Italia ?

Il costo delle bottiglie di rum varia in base alla tipologia, alla qualità e all’invecchiamento. In linea di massima è possibile trovare soluzioni attorno ai 10 euro per le bottiglie delle marche più commerciali, ma i prezzi sono destinati a salire anche drasticamente per quei distillati di pregio, caratterizzati da produzioni e ingredienti peculiari.

Questo sito presenta informazioni acquisite anche attraverso terze parti. Non vengono espressi giudizi a favore o contro i prodotti che sono presentati. I dati contenuti nel sito sono di carattere puramente informativo. Non è possibile garantire la correttezza e la completezza dei dati, quindi non ci si assume la responsabilità per qualsiasi inconveniente che possa scaturire dall'utilizzo di questi dati. I Marchi e i diritti di Copyright appartengono ai propri rispettivi proprietari. Essendo un sito affiliato ad Amazon, guadagna attraverso la pubblicità dei suoi prodotti senza alcun costo aggiuntivo per l'utente.


© 2021